SINTOMI E ESAMI DIAGNOSTICI

I SINTOMI DEL TUMORE ALLA VESCICA

Ci sono diversi sintomi che possono far sospettare la presenza di un tumore della vescica. Anche se non sono specifici per questa tipologia di tumore, rappresentano però dei segni importanti che occorre saper riconoscere per consentire una diagnosi in tempi rapidi.1

La presenza di sangue nelle urine (ematuria) di colore rosso o marrone è il principale campanello d’allarme.1,2,3

Si possono osservare anche dei sintomi irritativi, che causano bisogno di urinare frequentemente, emissione di quantità piccole di urina in maniera intermittente, ma anche dolore a urinare.1,2,3

Se il tumore è già in una fase avanzata, potrebbe causare accumulo di urina a livello del rene, quindi distensione del rene e dolore.1,3

Questi sintomi possono manifestarsi anche in molte altre condizioni non legate al cancro, come le infezioni delle vie urinarie, la calcolosi renale e l’iperplasia prostatica benigna.1

LA DIAGNOSI DEL TUMORE ALLA VESCICA

In caso di sintomi o disturbi che facciano pensare a un tumore della vescica, il medico effettuerà ulteriori indagini per confermare o escludere una eventuale diagnosi.

Dopo aver rivolto delle domande al paziente, il medico effettua un esame clinico del corpo per ricercare eventuali segni della malattia.1

Se il medico sospetta un tumore della vescica, richiederà ulteriori esami di laboratorio per confermare la diagnosi.1,3

ESAME CITOLOGICO DELLE URINE1,3

  • Consente di rilevare la presenza di cellule tumorali nelle urine.1
  • È un esame di basso costo e non invasivo.3

ECOGRAFIA1,3

  • Consente di ottenere delle immagini della vescica, grazie agli ultrasuoni.1
  • È un esame molto accurato, in grado di rilevare tumori di piccole dimensioni.3

Se questi primi esami, ripetuti più volte, confermano la presenza di un tumore della vescica, il medico cercherà di capire con ulteriori esami se il tumore si trova in una fase iniziale o avanzata

ESAME RADIOLOGICO1,3
TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA (TC) O RISONANZA MAGNETICA DELL’ADDOME E DEL BACINO

  • Consentono di valutare se il tumore ha invaso i tessuti o i linfonodi vicini alla vescica.1,3

TC DEL TORACE O SCINTIGRAFIA OSSEA

  • Permettono di vedere se il tumore si è diffuso a livello toracico o a livello delle ossa.1,3

CISTOSCOPIA1,3

  • Consente di osservare l’interno della vescica e dell’uretra, inserendo dall’esterno uno strumento a forma di tubo, dotato di una videocamera.1,3
  • È un intervento che può essere eseguito anche in ambulatorio, utilizzando un gel anestetico locale1
  • Durante la cistoscopia il medico può prelevare un campione del tessuto tumorale (biopsia)3

ESAME ISTOLOGICO1,3

  • Consente di analizzare le cellule tumorali del campione prelevato durante la cistoscopia1,3

ASPORTAZIONE DEL TUMORE
TRAMITE TUR-BT
(Resezione endoscopica transuretrale)1,3

  • Consente di asportare l’intero tumore attraverso l’uretra, senza incidere esternamente la cute.1,3
  • Questo intervento viene effettuato quando il tumore non ha invaso la muscolatura della vescica.1,3

STADIAZIONE E GRADI DEL TUMORE ALLA VESCICA

Una volta confermata la diagnosi, il tumore viene classificato in base allo stadio e al grado. Questo passaggio è molto importante, perché consente di scegliere la terapia più adeguata per quel determinato tumore.

STADIAZIONE

Lo stadio di un tumore ci dice quanto è grande e quanto si è diffuso ai tessuti e agli organi circostanti.

Stadiazione

TUMORE DELLA VESCICA NON MUSCOLO INVASIVO

STADIO I (classificato anche come STADIO Ta, CIS, T1)1,3

È la tipologia di tumore più frequente. Si tratta di un tumore superficiale, in uno stadio iniziale, che cresce verso l’interno della vescica e non invade la muscolatura dell’organo (tumore non infiltrante).

Non è un tumore aggressivo e non si diffonde agli organi circostanti. Tuttavia, può ripresentarsi dopo trattamento e nel tempo diventare aggressivo.

TUMORE DELLA VESCICA MUSCOLO INVASIVO

STADIO II e III (classificato anche come STADIO T2, T3, T4)2, 3

Questo tipo di tumore infiltrante invade la muscolatura della vescica, ma rimane confinato all’organo. È possibile che diventi metastatico, ovvero si diffonda in altre parti del corpo.

TUMORE DELLA VESCICA LOCALMENTE AVANZATO O METASTATICO1,3

STADIO IV

In questo stadio il tumore ha invaso gli organi adiacenti alla vescica (tumore infiltrante) o si è diffuso in uno o più linfonodi o in un organo distante dalla vescica.

GRADO DEL TUMORE

  • Viene stabilito valutando al microscopio la differenza nell’aspetto delle cellule tumorali rispetto alle cellule normali.1
  • È importante soprattutto nei tumori non muscolo invasivi perché fornisce informazioni su quanto il tumore è aggressivo, ovvero sulla velocità in cui le cellule sono in grado replicarsi e invadere altri tessuti o organi.1,3
campagna atupertu
campagna atupertu

RISCHIO DI RICOMPARSA E PROGRESSIONE

del tumore della vescica non muscolo invasivo3

Basso Rischio
Rischio Intermedio
Alto Rischio

BIBLIOGRAFIA

  1. 1. ESMO-ACF IT Cancro della Vescica Guida per il Paziente. Disponibile al link esmo.org Ultimo accesso 30.11.2020
  2. 2. AIOM. Linee guida tumori dell’uretelio. Edizione 2019. Disponibile al link aiom.itUltimo accesso 30.11.2020
  3. 3. European Association of Urology. Patient Information.Bladder Cancer. Disponibile al link patients.uroweb.orgUltimo accesso: 30.11.2020